Editor FC

Archive for the ‘Recensioni’ Category

AveMaria

In Cinema&Tempi, Recensioni, Uncategorized on February 27, 2016 at 6:03 pm

Ave Maria (السلام عليك يا مريم)

 

AveMariaTra i corti candidati all’Oscar segnaliamo “AVE MARIA”, una commedia di 14 minuti che racconta la storia di alcune suore palestinesi che vivono nel bel mezzo del deserto in Cisgiordania: un venerdì sera una coppia di coloni con annessa l’anziana (e litigiosa) madre di lui, prendendo una “scorciatoia araba”, fanno un incidente con la statua della Madonna di fronte al convento.

Le suore hanno fatto voto di silenzio e la famiglia ebrea non può usare il telefono né guidare perché nel frattempo è iniziato lo Shabbat. Urge una soluzione creativa in una situazione paradossale dove chi aiuta, lo fa solo per sbarazzarsi dell’altro il prima possibile. Un’interazione umoristica che è in realtà anche una ferocissima satira dell’estremismo religioso e della necessità di scegliere continuamente rompendo di volta in volta le regole a priori che qualcun altro ha scelto per noi. L’idea gli è venuta sin da bambino quando andava a trovare la nonna che viveva accanto a un convento di monache carmelitane a Nazareth, un edificio immenso ma abitato solo da sette suore che potevano parlare tra di loro tassativamente ad orari fissi: ha voluto così fare un film dove un gruppo di persone che seguono regole strette incontra un altro gruppo che segue altre regole ma altrettanto strette.

Leggi tutto

Monica Macchi

Febbraio 2016

Strade/Ways: la memoria di Amos Gitai

In Cinema&Tempi, Recensioni, Uncategorized on December 7, 2014 at 5:28 pm

Monica Macchi


La cosa fantastica della memoria

è il modo in cui associamo i ricordi affinché abbiano un significato intimo e personale…

poi il punto è come comunicarlo,

e io voglio farlo attraverso l’arte

e dico arte come termine generico: cinema, letteratura, arti visive e così via.

In questo senso l’artista è anche un taumaturgo.


Il cinema di finzione è architettonico: è un atto di simulazione

perché costruisce qualcosa che prima non esisteva,

invece per quanto mi riguarda, il cinema documentaristico è archeologico:

scava, tenta di portare alla luce strati nascosti o precedenti,

che si muovono nella dimensione della realtà.

 

 

Dal 2 dicembre 2014 al 1° febbraio 2015, Palazzo Reale a Milano ospita Strade/Ways: una mostra-installazione creata da Amos Gitai per la Sala delle Cariatidi che attraverso fotografie, sequenze dei suoi film, dispositivi sonori e visivi, documenti e meravigliosi tappeti antichi compone uno spazio temporale dove la memoria si dipana tra passato e futuro

Leggi tutto

Profezia. L’Africa di Pasolini

In Cinema&Tempi, Recensioni, Uncategorized on September 4, 2014 at 7:05 pm

ManifestoPasolini

In occasione del Festival della Letteratura di Mantova, segnaliamo la rassegna organizzata da CineAgenzia su documentari recenti dedicati alla letteratura e alla poesia ed in particolare le proiezioni di “Profezia: l’Africa di Pasolini” di cui presentiamo la recensione.

Profezia. L’Africa di Pasolini

A cura di: Gianni Borgna

Supervisione artistica: Enrico Menduni

Sceneggiatura: Gianni Borgna, Angelo Libertini

Fotografia: Sergio Salvati

Montaggio: Carlo Balestrieri

Musiche originali: Marco Valerio Antonini

Voci: Dacia Maraini (voce narrante)

Roberto Herlitzka (voce di Pier Paolo Pasolini)

Philippe Leroy (voce di Jean-Paul Sartre)

Durata: 77 minuti

Produzione: Produzione Straordinaria s.r.l., Cinecittà Luce

Distribuzione: Istituto Luce Cinecittà

Premi: Premio “Bisato d’oro” della Critica indipendente

alla 70esima Mostra internazionale di Venezia

Gran premio della Giuria al XVII “Terra di Siena” Film Festival

Film riconosciuto di interesse culturale dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali (Direzione Generale per il Cinema)

leggi pdf

Film “Giraffada”

In Cinema&Tempi, Recensioni, Uncategorized on June 7, 2014 at 9:27 am

GIRAFFADA

Monica Macchi

GiraffadaPoster

 

Regia: Rani Massalha

Sceneggiatura: Xavier Nemo, Rani Massalha

Fotografia: Manuel Teran

Montaggio: Carlotta Cristiani

Scenografia: Yoël Herzberg

Musiche: Benjamin Grospiron

Produzione: Heimatfilm, Lumière & Co. in associazione con Al-RANI PRODUCTION – CINE+/WDR distribuzione italiana VISIONARIA

Con la partecipazione di: FONDS SUD CINEMA; MINISTERE DE LA CULTURE ET DE LA COMMUNICATION-CNC; MINISTERE DES AFFAIRES ETRANGERES ET EUROPEENNES-INSTITUTE FRANçAISE

Con il sostegno di: EURIMAGES; FILM UND MEDENSIFTUNG NRW FFA

Durata: 85 minuti

 

Film riconosciuto di Interesse Culturale con il sostegno del Ministero dei Beni e delle Attività culturali e del Turismo Direzione Generale per il Cinema

Leggi tutto

Film “Io sto con la sposa”

In Cinema&Tempi, Recensioni, Uncategorized on May 26, 2014 at 9:43 am


 Titolo

     من السماء الى اخنها يعبر الحالمون

Da un cielo all’altro uguale passano i sognatori
Mahmud Darwish

Il cielo è di tutti
Tasneem, la sposa

Ventimila morti nel Mediterraneo sono abbastanza per dire basta.
Non sono vittime del fato o della burrasca.
Ma di leggi alle quali è arrivato il momento di disobbedire
Gabriele, Khaled, Antonio, i registi

È giusto disobbedire a leggi ingiuste,
ed è giusto disobbedire alle sentenze
che puniscono la violazione di quelle leggi
Howard Zinn

1Leggi tutto

 

Trailer della produzione FORMACINEMA “Le maschere di Eyes Wide Shut”

In Recensioni, Servizi e interviste, Uncategorized on January 20, 2014 at 5:17 pm

Ews_homepage.jpgE’ il linea sul sito di FORMACINEMA il trailer definitivo de “Le maschere di Eyes Wide Shut”, realizzato da Filippo Biagianti e Massimiliano Studer.

http://www.formacinema.it/prima-pagina/37-fp-rokstories/256-le-maschere-di-eyes-wide-shut

Boston Palestine Film Festival

In Cinema&Tempi, Recensioni, Uncategorized on October 21, 2013 at 11:30 am

Monica Macchi

BostonPalestcopert

Il Palestine Film Festival di Boston (BPFF), fondato nel 2007, presenta documentari, opere prime, video installazioni, concerti e mostre d’arte ed è il punto finale di una serie di eventi culturali in collaborazione con il Museo di Belle Arti e il Boston Film Department. E’ rapidamente diventato un punto di riferimento tanto da aver ricevuto il premio “Dedication to Activism Through Arts” “per la descrizione indipendente e critica del mondo palestinese, che ha reso accessibile agli americani un patrimonio culturale che può contribuire a ridurre i pregiudizi e la discriminazione”. Quest’anno il festival si terrà dal 18 al 27 ottobre al Museo di Belle Arti, alla facoltà di Giurisprudenza e alla Biblioteca Cambridge e propone una trentina di film oltre a conversazioni con registi e relatori su temi come l’identità, la patria, l’infanzia e l’arte, tra cui la presentazione dell’ultimo film di Rashid Masharawi (regista di Ticket to Jerusalem) dal titolo “Picasso in Palestina” che descrive le difficoltà logistiche e burocratiche per esporre presso l’Accademia Internazionale di Arte di Ramallah l’opera di Picasso “Buste de Femme”. C’è poi un focus dedicato ai documentari che si basano su un lavoro di ricerca dagli archivi tra cui spicca “The great robbery” che tratta un aspetto poco conosciuto della Nakba cioè il saccheggio di circa 70.000 libri palestinesi durante la guerra del 1948.

Una delle caratteristiche principali di questo festival è che sono invitati a parlare relatori da tutto il mondo come Alice Rothchild, fondatrice di “Ebrei Americani per una pace giusta” e autrice di “Broken Promises, Broken Dreams: Stories of Jewish and Palestinian Trauma and Resilience”; Omar Robert Hamilton, membro fondatore del collettivo egiziano dei Mosireen, il canale You Tube no-profit più visto in Egitto e regista di “Though I Know the River is Dry” vincitore del premio UIP al festival di Rotterdam, e David R. Koff un documentarista americano, attivista per i diritti umani.

Continua…

Monica Macchi

Ottobre 2013

Piccolo diario 1: visti alle “Vie del Cinema” di Milano

In Cinema&Tempi, Recensioni, Riflessioni, Uncategorized on September 26, 2013 at 10:39 am

Carlo Jacob

Piccolo diario 1

Visti alle “Vie Del Cinema”, rassegna di film dai festival di Venezia, Locarno e Pesaro 2013, Milano 16-24 Settembre 2013

 

Via Castellana Bandiera, di Emma Dante, in concorso a Venezia, Coppa Volpi per la migliore interpretazione femminile a Elena Cotta

Il ElenaCottaEmmaDanteAlbaRohrwacher4soggetto è ormai arcinoto: le auto dell’ottuagenaria Samira (Elena Cotta), reduce dalla visita alla tomba della figlia, e della ruvida Rosa (Emma Dante), accompagnata dalla compagna di vita Clara (Alba Rohrwacher), in cerca di una scorciatoia per giungere in tempo ad una festa di nozze, si fronteggiano in un budello della periferia di Palermo: via Castellana Bandiera. Né Samira né Rosa vogliono cedere il passaggio, malgrado la famiglia di Samira abiti a pochi metri. E si fronteggiano per tutto il film, sino all’annunciato finale.

Caldo, sete, fame, cocciute impuntature, e il “coro” violento e affascinante degli abitanti del vicolo, che parteggiano per l’una o per l’altra. Di Samira non sappiamo nulla, apprendiamo via via qualcosa dalle chiacchere delle comari del vicolo e dai commenti del terrificante genero. Di Rosa ci dobbiamo accontentare dell’iniziale scambio di battute con Clara nell’auto arroventata che gira a vuoto in luoghi sconosciuti. Rosa, pur abitando in un’altra città, è di Palermo, ma vediamo Clara che la rimprovera di non andare mai a trovare la madre quando torna, ottenendo solo commenti sprezzanti e malevoli.

Leggi tutto…..

MATEI COPIL MINER: UN PICCOLO GRANDE FILM RUMENO.

In Recensioni on September 19, 2013 at 11:58 am

Massimiliano Studer

MATEI COPIL MINER: UN PICCOLO GRANDE FILM RUMENO.

La 49a mostra del Nuovo cinema di Pesaro ha premiato, nel giugno del 2013, Matei copil miner (Matei bambino minatore, Rom-Fra-Ger, col., 80′, 2013) scritto, montato e diretto da Alexandra Gulea, all’esordio da regista in un film di finzione dopo diversi lavori come documentarista, con due riconoscimenti: premio della giuria giovane e premio Lino Miccichè. La nostra associazione Formacinema è riuscita ad entrare in contatto con i responsabili del Festival di Pesaro per ottenere la copia del film e inserirla all’interno della rassegna “Le vie del cinema: i film di Venezia e Locarno a Milano” che si svolge, in diverse sale cinematografiche, a Milano dal 16 al 24 settembre 2013. La proiezione del film avverrà il 23 settembre presso il cinema Apollo di Milano in due distinti orari: alle 15 e 30 e alle ore 20. Non vi è dubbio che per Milano è un’occasione unica per poter vedere un film premiato in una delle più importanti e raffinate manifestazioni cinematografiche d’Italia. È la prima volta, infatti, che accade un evento del genere perché mai, prima d’ora, il Festival è riuscito ad arrivare a Milano e questo è motivo di orgoglio per la nostra Associazione. La pellicola sarà presentata in lingua originale con sottotitoli in italiano.

Leggi tutto il testo...

“Matei” dalla Mostra Internazionale del Cinema Nuovo di Pesaro a Milano

In Cinema&Tempi, Recensioni, Uncategorized on September 13, 2013 at 5:58 pm

Massimiliano Studer

PNC_MATEI-CHILD.jpg

MATEI CHILD MINER (Matei Copil Miner)

di Alexandra Gulea

(Romania, Germania, Francia, 1h20, v.o. rumeno, sott. italiano)

con Alexandru Czuli, Remus Margineanu, Claudiu Ababei

In programma a Milano nelle “Vie del Cinema”, rassegna dei film dai festival di Venezia, Locarno e Pesaro

Apollo spazioCinema Sala FEDRA, lunedì 23 settembre 2013

ore 15.30 e 20.00

Premio Lino Miccichè 2013, premio della giuria giovane 2013

Si ringrazia per la collaborazione l’Associazione FORMACINEMA

MATEI CHILD MINER_Agis e Formacinema

Matei Copil Miner_scheda Pesaro Film Festival 2013

————————————————————————————————————————————————

Massimiliano Studer, Settembre 2013